La Sanità che ci piace: il Premio Merck 2016

ApSclerosi multipla - Demielinazioneprocci multidisciplinari e nuove tecnologie per migliorare la qualità di vita del paziente con Sclerosi multipla”.

 Questo il tema per il meritorio concorso voluto dalla nota azienda chimica farmaceutica “Merck”.

Un’ Azienda leader dalle forti caratterizzazioni  scientifiche e tecnologiche, che fa ricerca e la promuove. Ed ecco il “Premio Merck 2016”, il cui “Bando “  viene indetto  con il <Patrocinio> della  Società Italiana di Neurologia.

Un breve cenno sulla “Merck” 

La “Merck” è nota in Italia da tempi remoti. Certamente in anziani farmacisti con il nostro presente “report” susciteremo tanti ricordi che affonderanno negli scaffali-armadietti delle originarie Farmacie. E si ritroveranno alle prese delle tante boccette, flaconi, barattoli e  vasetti di sostanze farmaceutiche per le preparazioni che magistralmente preparavano nell’annesso laboratorio posto sul retro della farmacia..

Ricorderanno il marchio sulle confezioni sigillate delle sostanze e si perderanno nel labirinto dei tanti  “marchi  e sigle” del complesso diramarsi dei rami aziendali e delle tante fusioni. Un marchio iniziale che arriva dalla Germania del 1668, anno della fondazione della Merck  che si diffonde in tutto il mondo ed anche in Italia.

Una storia di grandi traguardi, ma anche di sfide ambiziose e difficoltà da superare”.  Una storia ed un impegno che ha fatto primeggiare il marchio  “Merck” nel mondo, primeggiando soprattutto nel settore farmaceutico in senso lato, grazie a generazioni di maestranze e tecnici e ricercatori scientifici altamente qualificati  di varie nazionalità, tutti coesi sul loro delicato ed importante lavoro , forti  responsabilmente delle proprie capacità e guidati da profonda eticità , necessaria nell’indirizzo della propria ricerca finalizzata alla salute ed alla vita dell’uomo attraverso nuovi farmaci, spesso innovativi  e destinati a morbosità e patologie particolari e rare.

Si spiegano così le ragioni del  bando  concorsuale del “Premio Merck 2016”. Un Premio nuovo e destinato non a caso a “migliorare la qualità di vita del paziente con Sclerosi Multipla “ . Un riconoscimento a “ricercatori con conoscenza multi-disciplinare  del mondo farmaceutico innovativo,  impegnati in nuove tecnologie . Tanto finalizzato  a “migliorare la qualità di vita del paziente con Sclerosi multipla” .

Stralcio testuale dal “Bando – Premio Merk 2016”.

Merck con il patrocinio della Società Italiana di Neurologia (SIN)indice il Bando “Approcci multidisciplinari e nuove tecnologie per migliorare la qualità di vita del paziente con Sclerosi Multipla”,  destinato a promuovere e finanziare progetti che abbiano come principale obiettivo il miglioramento della gestione clinica e della qualità di vita del paziente con Sclerosi Multipla, attraverso il coinvolgimento delle diverse figure professionali interessate alla gestione del paziente, quali ad esempio Neurologo, Urologo, Oculista, Fisioterapista, Psicologo, e mediante soluzioni tecnologiche innovative.

In palio 2 premi da 40.000 euro per i due progetti ritenuti migliori dalla Commissione giudicatrice del Bando.”

Digitando riflettiamo e non possiamo che essere grati a chi si dedica a simili impegni in Aziende di tutto rispetto e presenti in vari “Paesi” con proprie strutture e consociate  per la fruizione di “cervelli” e disponibilità economica. Il tutto mirato a ché  le conoscenze scientifiche e le menti geniali siano poste collegialmente al servizio dell’uomo perché si elidano le differenze  nella vita delle persone: in particolare quelli più sfortunati affetti da patologie gravi , quantomeno per rendere loro la convivenza  con tali gravi  patologie.

Un lumicino di speranza.

E ci fermiamo qui, con un lumicino di speranza: <Che possa dissolversi la “politichetta dissennata,  risibile e deleteria”, pur  partorita con gestazioni in tempi abominevoli ”  da chi governa la Nazione. Che possa aversi un cambio di rotta con  a scelte razionali e finalizzate ad instaurare la legalità, la  eticità, indispensabili per un  lungimirante benessere in senso lato in favore di tutto il  PopoloQuindi un popolo rinnovato nelle coscienze che abbia ben maturato il senso del “Bene comune” e represso il “prevaricante perseguimento di brame personali di bene altrui “ >.

Ed io, farmacista in pensione quasi ottantenne , alla luce del mio lumicino, da infinitesimo microcosma  radicato nella mia residenza, dal mio modestissimo aperiodico  www.galeno2000.it   affido a te lettore  il presente messaggio, mentre spero che quel lumicino miracolosamente pervada il  Popolo che mi circonda. Che la vita vissuta e l’ambiente così mal ridotto, attraverso la personale esperienza di ciascun  cittadino porti il Popolo sovrano  ad un cambiamento globale di stile comportamentale di vita, maturandogli quel profondo senso di civica  coscienza di “Bene comune” reciproco.

E che il lumicino diventi  un sole radioso.  Ed avremo vinto tutti il “concorso della nostra vita”.

Una breve annotazione: la sclerosi multipla.

La sclerosi multipla è una  malattia neurodegenerativa demielinizzante.

Presenta  lesioni a carico del sistema nervoso centrale.  E’ considerata una malattia della sostanza bianca del sistema nervoso centrale, e in base a recenti studi, si è notato che vi sia coinvolto anche la sostanza grigia.

Nella sclerosi multipla si riscontra  danno su più aree (da cui il nome «multipla») e perdita di mielina del sistema nervoso .

Osservazioni cliniche e sperimentali  hanno evidenziato che nella Sclerosi multipla  vi  è una reazione del sistema immunitario che aggredisce  la mielina, per cui si genera un processo infiammatorio. Vengono così colpite le aree circoscritte del sistema nervoso centrale. E ciò provoca la distruzione degli  oligodendrociti (cellule specializzate)   e della mielina già prodotta proprio da tali cellule.  Si formano così delle aree demielinizzate  dette e anche “placche” che possono trovarsi disseminate ovunque negli emisferi cerebrali, con predilezione per i nervi ottici, il cervelletto e il midollo spinale.

Da dati statistici si rileva che nel mondo si contano circa 2,5 – 3 milioni di persone con Sclerosi multipla. In Europa ne sarebbero registrati  600.000, di cui circa 110.000 in Italia.

Rimandiamo il lettore a pubblicazioni specifiche per eventuali acculturamenti e approfondimenti sulla Sclerosi multipla.

Oggi 2 ottobre, non a caso Festa deli Angeli custodiFesta dei Nonni.  E chi scrive è un nonno che vorrebbe per tutti i nipoti d’Italia un domani tanto… ma tanto diverso.

2 ottobre 2016 – Gerardo Nigro 

Gerardo Nigro

Farmacista, pensionato.