“Eletto il nuovo Presidente della Repubbica –

+++ Mattarella presidente,supera quorum +++

GALENO2000 – News  –  Report speciale  “Eletto il nuovo Presidente della Repubbica” .  31 genn. 2015      Speciale Quirinale

Al quarto scrutinio il Giudice Costituzionale Sergio Mattarella è eletto Presidente della Repubblica Italiana.

Senatori, Deputati e Rappresentanza delle Regioni in seduta congiunta, oggi 31 gennaio 2015, in quarta votazione, con 665 grandi elettori su 1009 aventi diritto e 995 votanti, hanno tributato l’incarico di Presidente della Repubblica Italiana a Sergio Mattarella.

Questo il dettaglio del quarto spoglio, ufficializzato dalla On.le Laura Boldrini, che ne presiedeva il consesso unitamente alla Senatrice Valeria Fedeli (P.D.):

Mattarella 665 voti –  Imposimato 127 voti –  Feltri 46 voti –  Rodotà 17 voti-  Bonino, Martino, Napolitano, Prodi voti 2 ciascuno. Voti dispersi 14.  Schede bianche 105. Schede nulle 13.

Il neo eletto Sergio Mattarella è un noto giurista siciliano: giudice in carica della Corte Costituzionale, già politico di spicco ai tempi della Democrazia Cristiana demitiana.

La “proclamazione” da parte della Presidente della Camera On.le Boldrini, è avvenuta nell’Aula di Montecitorio subito dopo lo spoglio. Quindi la stessa Boldrini e la Vice-Presidente vicaria del Senato Valeria Fedeli si sono recati da S.E. Mattarella annunziandogli, come da rituale, l’ avvenuta elezione.

Per martedì 3 febbraio, nella consuetudine del cerimoniale immutato dal 1948, è prevista la “cerimonia del giuramento e del discorso d’insediamento” , che avverrà alla Camera in seduta comune con il Senato.

L’elezione del nuovo Presidente cade in un contesto politico e socio-economico piuttosto precario e confuso. Frequenti ombre di stabilità nelle spregiudicate fibrillazioni partitiche, con scelte legislative caratterizzate da frequenti manchevolezze o incompletezze. Risultato: la vanificazione di aspettative e di possibili auspicate lineari risultanze. Il tutto anche in un contesto europeo non sempre condiviso, che stenta ad essere una comune patria allargata.

Non mancano frequenti pregiudiziali su diverse liceità legislative, sul piano giuridico e addirittura costituzionale. Il neo Presidente eletto ne ha piena conoscenza e certa consapevolezza. Ciò per diretto esercizio d’Ufficio, ieri come Alto Magistrato della Corte, oggi come Garante Presidente d’Italia.

Con il nostro residuo senso di testarda fiducia, Presidente Le auguriamo: “Buon lavoro, nel conforto della Sua alta Dottrina giuridica ed Esperienza politica”.

Il conforto indispensabile della parte sana del Paese Italia, alla quale riteniamo di appartenere, non le mancherà.

La nostra settoriale circoscrizione sanitaria non può comunque prescindere dal complessivo contesto socio economico nazionale ed extranazionale. E in tale convinta ratio ci affanniamo ad inquadrarne i mutamenti e le caratterizzazioni, pur riscontrando quanto forti siano le prevaricazioni che certa mala-politica esercita incontrastata quotidianamente, apparentemente a senso unico.

Quousque tandem abutere patientia nostra ?

Gerardo Nigro – Galeno2000.it

Gerardo Nigro

Farmacista, pensionato.